Percorso Saramago

Nel 1998 è stato insignito del Premio Nobel per la Letteratura.

Palácio Nacional de Mafra

Monumento

Progettata da João Frederico Ludovice, che Saramago cita nel suo libro "Memoriale del Convento", occupa la parte centrale dell'edificio, fiancheggiata da campanili. Costruita secondo lo stile barocco, al suo interno contiene, tra altri tesori, la raccolta più importante di scultura barocca esistente fuori dall'Italia, ed anche un insieme unico di sei organi commissionati da D. João VI. La sua cupola, di 65 metri di altezza, è stata la prima ad essere costruita in Portogallo.

Palácio Nacional de Mafra

Monumento

Quando si entra in questo annesso, dove un tempo circolavano frati infermieri, medici e salassatori attorno a pazienti gravemente malati, ci si sente viaggiare nel tempo. Da una parte e dall'altra si allineano delle piccole celle con i loro giacigli e i loro modesti comodini. I letti, girati verso la piccola cappella installata in fondo alla stanza, facevano sì che i pazienti potessero assistere alla celebrazione della messa...

Palácio Nacional de Mafra

Monumento

Conosciuta anche come la cappella di S. João Carpinteiro, si trova nella torre nord, che concentra le vecchie stanze del re ed è tutta ricoperta da pietra portoghese - pietra calcarea e "lioz", un raro tipo di calcare dai toni rosa, verde e avorio. Ironia della sorte, in queste stanze non avrebbe mai abitato D. João V, re che fece costruire questo sontuoso monumento. La stessa ironia che utilizza José Saramago nella narrazione di tutto il lavoro relativo al convento di Mafra.

Palácio Nacional de Mafra

Monumento

Vi è esposto il pezzo più prezioso dei mobili di tutto il palazzo: un letto quadrato di 2mx2m in stile impero. Questa stanza, un tempo abitata dai reali fino alla morte di D. Ferdinando nel 1885, venne ad essere usata per ricevere gli ospiti importanti in visita a Mafra.

Palácio Nacional de Mafra

Monumento

Sul soffitto, dipinto da Cirilo Volkmar Machado è rappresentato il Tempio del Destino, in cui è rappresentata la figura della provvidenza mentre consegna a D. Afonso Henriques, primo re del Portogallo, il Libro dei Destini della Patria. Attorno sono dipinti tutti i re portoghesi fino al re D. João IV. Se Blimunda, protagonista di "Memoriale del Convento", avesse mai calpestato questa stanza sarebbe stata in grado di catturare, attraverso queste immagini, le volontà di tutti i reali?