Saramago Route

Percorso Saramago

 

Pubblicato nel 1982, "Memoriale del Convento" è il romanzo più iconico di José Saramago. Tradotto in oltre 20 lingue, con più di 50 edizioni, riporta un tema ricorrente nel lavoro dello scrittore: l'opposizione tra ricchi e poveri, sfruttatori e sfruttati. La sua azione si svolge nel XVIII secolo, durante il regno di re Giovanni V che fece costruire il convento di Mafra, opera gigantesca, finanziata dall'oro del Brasile, all'epoca una colonia dell'impero portoghese. L'opposizione tra il delirio di onnipotenza reale e la miseria delle persone che hanno costruito quel monumento percorre l'intera opera, sotto la condanna mordace di Saramago. E nel mezzo, come certamente era da aspettarsi, una storia d'amore travolgente.

Fatto edificare da Dom João V, è una costruzione del XVIII secolo formata dal Palazzo Reale, una Basilica, un Convento e un Parco. Considerevoli 2 Carillon, 6 Organi storici, la Biblioteca e una Infermeria ottocentesca.

Il Palazzo Reale (Paço Real) occupa il piano nobile dell'edificio di Mafra e i 2 torrioni, di cui quello Nord assegnato al Re e quello Sud alla Regina, collegati da una galleria di 232 m – il più lungo corridoio di Palazzo in Europa.

Questo edificio di 40.000 m2, ospitò un convento francescano (300 frati) – di cui si segnalano il Camposanto, l'Infermeria, la Sala Ellittica (capitolare), la Sala degli Esami (Atos Literários), la Scalinata e la Mensa.

L'Edificio Reale possiede 2 carillon composti da 98 campane – i maggiori di quell'epoca e i 6 Organi della Basilica rappresentano un patrimonio unico al mondo.

Biblioteca del Palazzo Nazionale di Mafra

 

La sua importante Biblioteca è considerata una delle più belle del mondo.

 

Costruito sotto il Regno di re Giovanni V, vicino al monastero di Mafra, è stato idealizzato come un parco ricreativo per il re e il suo cortile. Si estende su 800 ettari ed è fiancheggiata da un muro con 21 chilometri per preservare la vita selvaggia e la sua antica foresta. Troverete pini, eucalipto e diverse varietà di querce e per quanto riguarda la fauna, manguste, volpi, civette, tassi, scoiattoli, conigli, cervi, caprioli, cervi, caprioli, cinghiali, ecc e anche gli uccelli, i più rappresentativi sono l'aquila di Bonelli, il gufo reale, piccione nordico e il falco. Diverse attività nella natura sono offerte, troverete numerosi sentieri escursionistici, la pista ciclabile, visite guidate con veicoli elettrici e un trenino Inoltre laboratori di apicoltura e spettacoli con rapaci.